Home Page
Il Gioco dell'Oca di Mirano | San Martino e la Festa dell'Oca | Il Grande Gioco dell'Oca in Piazza
Programma 2017 | Edizioni precedenti | Fiera de l'Oca del '900 | Mirano | Pro Loco Mirano
Altre Manifestazioni | Altri giochi | Ospitalità & Ristoranti | Informazioni & Foto | Ricerca | Mappa
   Albo d'oro    Edizione 2016    Edizione 2015    Edizione 2014    Edizione 2012   
   Edizione 2011    Edizione 2010    Edizione 2009    Edizione 2008    Edizione 2005   
   Edizione 2001   

4º edizione. 11 Novembre 2001

Straordinario successo della 4º edizione del "Zogo de l'Oca": migliaia di persone da tutt'Italia si sono ritrovate in piazza a Mirano per assistere allo spettacolo.
Poco dopo le 15, precedute da una sfilata di figuranti in abiti di fine '800 e dalla banda cittadina sono entrate nell'ovale del gioco le sei squadre:

i verdi di ZIANIGO
i gialli di CAMPOCROCE
gli arancioni di SCALTENIGO
i rossi di BALLO'
i blu di VETREGO
gli azzurri di MIRANO.



Le compagini, formate da 10 "atleti" in abiti di fine ottocento, si sono sfidate nei vari giochi, incitate dal pubblico dei tifosi
organizzatisi per l'occasione in vere e proprie "curve" con tanto di striscioni e bandiere.
Alle 15.27 il presidente della Pro Loco, Roberto Gallorini (che vediamo nella foto mentre verifica l'omologazione dei dadi), ha dato il via alla competizione che si è svolta sotto l'occhio vigile delle oche.


Le squadre in gara si sono sfidate in giochi tipici dei nostri bisnonni: la corsa col cerchio, il tiro ai barattoli, il tiro alla fune, e molti altri. Sin dall'inizio è stata in testa la squadra di Mirano ben figurando in tutti i giochi. Ma, verso la fine del gioco, poco prima delle 17, succede l'imprevisto: prima Mirano e poi Campocroce finiscono sulla casella 58 ovvero la casella della morte, a questo punto le due squadre sono costrette a ricominciarte da capo.


     
Pochi attimi prima del suono della campanella che annuncia il termine del gioco la compagine di Vetrego riesce, con un fortunato tiro di dadi, a raggiungere la casella della vittoria, la numero 63.
Grande soddisfazione per il capitano della squadra e per i suoi componenti che, come da regolamento, devolveranno i tre milioni di premio in beneficenza destinandoli all'asilo nido della loro frazione.
Le altre squadre si consolano guardando i saltimbanchi mentre sorseggiano un buon bicchiere di vino all'Osteria dell'Oca .



Torna indietro alla pagina precedente - (Edizioni precedenti - Edizione 2005) Vai su all'inizio della pagina Vai avanti alla pagina successiva - (Fiera de l'Oca del '900 - Fiera de l'Oca)



   Albo d'oro    Edizione 2016    Edizione 2015    Edizione 2014    Edizione 2012   
   Edizione 2011    Edizione 2010    Edizione 2009    Edizione 2008    Edizione 2005   
   Edizione 2001   

Vai alla mappa del sito

© 2001-2017 & photo by Proloco Mirano
graphics & design by Carlo Preti
privacy